IMPIANTI DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

I Sistemi di Ventilazione Meccanica Controllata, sono tecnologie che permettono la ventilazione continuativa delle residenze, “controllando” le portate d’aria di rinnovo secondo le esigenze determinate in fase di progetto.

La vostra abitazione viene rifornita costantemente di aria fresca e nello stesso tempo vengono automaticamente eliminati l’aria umida, gli odori di cucina, attraverso il ricircolo forzato dell’aria presente nell’abitazione serrata. L’aria salubre previene le malattie da raffreddamento ed è ottimale per la salute, ed inoltre si ottiene il filtraggio della polvere, l’eliminazione delle sostanze inquinanti e del polline ed il blocco dell’accesso agli insetti.

Benessere in casa

Con l’installazione di questi tipi di impianti, la vostra abitazione viene rifornita costantemente di aria fresca e nello stesso tempo vengono automaticamente eliminati l’aria umida, gli odori di cucina, attraverso il ricircolo forzato dell’aria presente nell’abitazione serrata. L’aria salubre previene le malattie da raffreddamento ed è ottimale per la salute, ed inoltre si ottiene il filtraggio della polvere, l’eliminazione delle sostanze inquinanti e del polline ed il blocco dell’accesso agli insetti.

Non è solo da consigliare per gli ambienti nei quali, per motivi di rumore o di igiene, le finestre devono restare sempre chiuse, ma è una necessità che nasce dall’ermetico sistema costruttivo dei moderni edifici, dettato da normative sempre più esigenti.

Negli impianti di ventilazione meccanica controllata l’aria viene aspirata, filtrata e reimmessa nei locali e nella stanza da letto. L’aria viziata di locali come bagno, doccia e cucina, che sono quelli maggiormente interessati dal fenomeno, viene cambiata attraverso uno scambiatore di calore. Oggi i moderni impianti di ventilazione sono anche sistemi di riscaldamento ad aria e l’intera energia termica necessaria arriva nell’edificio con l’aria outdoor.
I Sistemi di Ventilazione Meccanica Controllata soddisfano le seguenti esigenze:

  • garantiscono portate d’aria di immissione/estrazione, in quantità prestabilite;
  • garantiscono possibilità di variare tali portate dell’aria in funzione delle condizioni ambientali (aumento o diminuzione dell’umidità ambiente)
  • garantiscono la possibilità di filtrazione dell’aria, nei sistemi a doppio flusso
  • garantiscono possibilità di recupero del calore sull’aria espulsa, nei sistemi a doppio flusso.

Preriscaldamento e Preraffredamento nell’aria

Con una tecnica matura e componenti di design che si armonizzano perfettamente con l’interno degli ambienti, gli impianti possono fornire non solo aria fresca e salubre, ma anche aria preraffreddata o preriscaldata: una tecnica di recupero del calore che ottimizza allo stesso modo ambiente, edificio, abitanti e clima interno, con risparmio di energia e conservazione del valore dell’immobile. Il poter vivere a finestre chiuse, farà sì che non ci sarà alcun disturbo causato dal rumore esterno (stradale, ferroviario e aereo, il rumore del traffico) con il comfort di avere l’aria sempre fresca e ricambiata in camera.

Grazie al montaggio di scambiatori termici, l’aria fresca da immettere nell’impianto viene preriscaldata. Il principio è molto semplice: l’aria calda portata all’esterno passa nell’aria fresca immessa all’interno dello scambiatore termico, attraverso dei canali, cedendo energia termica all’aria fredda e riscaldandola. Lo scambiatore di calore è integrato nell’impianto di aerazione in modo da non occupare molto spazio.
Un’altra possibilità di preriscaldamento dell’aria è data dall’energia geotermica. L’aria viene aspirata e condotta al terreno attraverso un canale profondo alcuni metri e l’aria fresca temperata dall’energia geotermica viene immessa nell’abitazione. In estate l’edificio viene raffrescato con lo stesso effetto. Gli impianti di ventilazione controllata non sono degli impianti di condizionamento, possono preriscaldare l’aria fresca o raffreddarla, ma non servono a riscaldare, raffrescare o umidificare l’aria. Il fabbisogno energetico degli impianti di ventilazione controllata è pertanto modesto e il loro grado di rendimento molto alto.
L’utilizzo di tali sistemi contribuisce al contenimento delle dispersioni termiche dovute ai tradizionali processi di ventilazione. L’apertura delle finestre è una modalità di areazione più dispendiosa di energia, perché le quantità di ricambi d’aria non possono essere controllate e l’apertura dei serramenti nella stagione invernale, favorisce la dispersione del calore con un aumento dei consumi.

Personalizzazione del funzionamento

Le unità sono fornite di un controllo della portata d’aria idoneo a garantire la massima personalizzazione di funzionamento: alla velocità media, la portata sarà idonea per le condizioni standard, mentre per i momenti di maggior presenza di persone/inquinanti potrà essere sfruttata la portata massima. La velocità minima verrà utilizzata ad esempio nel weekend o nei periodi di vacanze, e quando l’abitazione rimane vuota, con la certezza di rientrare in casa e non percepire alcun odore, senza aver accumulato umidità nelle strutture.

Risparmio in termini monetari

Negli edifici costruiti secondo una concezione di tenuta all’aria, è possibile risparmiare energia e quindi denaro contante in modo sensibile, grazie ad un recupero di calore superiore al 90%.